RECENSIONE DI “LA STANZA CON L’OBLO’ ” AUTRICE SANDRA ROMANELLI

11401391_1626700250881101_7646522982411086395_n

Il romanzo vuole narrare una parte della vita della scrittrice, parte molto intensa e di cambiamenti interiori non indifferenti. Pone l’accento infatti, su un tema importante, ovvero quello del miglioramento della vita dell’essere umano, in tutti i suoi aspetti, così sfaccettati e spesso difficili da comprendere “ razionalmente”. E’ proprio la ricerca di questo “non essere razionale”, ma bensì di lasciarsi guidare dal proprio istinto interiore profondo, attraverso quella che è l’osservazione del proprio Io, il sentire profondamente ciò che si è, e ciò che veramente si vuole dalla e nella propria vita. La scrittrice fa quindi nello scritto, riferimento al suo essere più sensibile agli eventi, ed alle situazioni della vita , fin da bambina, anche nell’osservare oggetti , e particolari che di essa fanno parte, ricordando profumi , suoni e fiori a lei particolarmente graditi, ma sopratutto a quella stanza in cui tutto si collega, pensieri, immagini ed anche dialoghi interiori. La chiave di lettura è improntata sulla capacità della protagonista, di percepire ogni singola cosa le sia intorno, o che nella sua stessa vita accade, per poterla trasformare , in questo caso, in evento positivo qualsiasi essa sia . Quindi di poter vedere la motivazione profonda, e percepirla come opportunità di crescita, attraverso un percorso ben dettagliato. Il senso del racconto è trasmettere, attraverso la vita stessa della protagonista, il modo per attraversare le difficoltà in questa epoca, così particolarmente difficile per tutti , dando un messaggio positivo, basandosi sul fatto che ogni persona ha la potenzialità per risolvere qualsiasi cosa, potenzialità spesso inconscia, ma basilare per condurre una vita degna e soprattutto felice , a prescindere da cosa stia accadendo nel nostro ambiente di ogni giorno. Tutto è collegato e nulla è distinto nell’esistenza, un altro messaggio che trasmette la scrittrice, che grazie a questo concetto ricollega scene vissute, ad accaduti nel presente, e si vanno a congiungere inevitabilmente con realtà fondamentale della vita . Da qui scaturiscono spiegazioni e soluzioni, che in modo forse disarmante per il lettore , ma sicuramente benefico, danno occasione di uscire da un tipo di vita incoerente con se stessi, reagendo alle difficoltà, tornando ad una vita serena. Non per questo l’autrice enfatizza solo i momenti bui, ma bensì li porge come occasioni in modo positivo, con lo scorrere romanzesco dello scritto stesso
Una lettura fatta di ricordi, emozioni, empatia e compassione intrinseca. Il lettore si può emozionare sorridere, e fare sua l’esperienza scritta dalla protagonista, che spesso si rivela esplicita e vera nel suo scrivere, nonostante sia un romanzo, le cui parti a volte possono sembrare monotone. Nell’affrontare alcuni aspetti negativi di se stessa ,che simpaticamente, ed a volte in modo invece più emozionale essa descrive, sicuramente ci troviamo di fronte ad un modo, per il lettore ,di acquisire consapevolezza di sé, essendo parte integrante del grande Universo che ci appartiene. Un racconto breve, e semplice nel linguaggio. A volte disarmante , ma appagante sapere che ognuno può fare parte di questo romanzo così delicato, vero, che apporta al lettore un nuovo linguaggio e dialogo di fondamentale importanza , quello con se stessi.

Lara Bellotti Agente Letterario [email protected]