Recensione di “Samhain – Andrea Righi (Storia di amore e morte un po’ più a ovest di Bologna)

cover

A cura di Lara Bellotti agente letterario

genere :Fantasy /thriller
Edizioni Il Fiorino

Questa splendida avventura in un fantasy/thriller che fa riflettere, inizia con un caso da risolvere ma non decisamente scontato: una notte di luna piena, e l’omicidio di un direttore di banca sotto i portici del centro di Bologna.
Contiene nella narrazione concetti e spunti per il lettore, pur essendo un genere che spesso si sottovaluta in questi aspetti, questa è una delle particolarità dell’autore Andrea Righi che ha saputo ben miscelare il suo fantasy/thriller “Samhain” -(Storia di amore e morte un po’ più a ovest di Bologna), con quella che può essere la vita reale.
Una sequenza di vicissitudini sconvolgenti accompagna quest’ opera scritta in modo fluido. Vicende intrecciate tra omicidi misteriosi, colpi di scena, emozioni avvincenti… e anche esoterismo, ben riconoscibili dal lettore che non può fare a meno di lasciare andare anche solo una riga, ma proseguire rapito dal fascino del mistero, fino alla fine della lettura.
Faccio l’appunto sulla parte che “fa riflettere”, in quanto cita nello scritto insieme a tutto ciò che fa parte del genere, citazioni di questo tipo:

“Nella vita a volte incontriamo persone che ci fanno fare gesti che non appartengono alla nostra quotidianità e spingono il nostro corpo ad azioni che stupiscono anche noi stessi.”

Anna, una delle principali protagoniste, può apparire forse “fredda” nel contesto, ma è una particolarità del personaggio. Ragazza molto introspettiva, ma che a causa del suo lavoro, forse, trasmette in modo molto particolare emozioni e sentimenti; è un viaggio nella sua vita, tutto da percepire leggendo. Molti sono i protagonisti del libro, e le vicissitudini, ma… ad un certo punto le indagini subiscono una svolta inaspettata, e i colpi di scena non mancano.
Intrigante, misterioso e con una storia d’amore ben intrecciata con il genere che l’autore ci propone.
L’esoterismo e il mistero aiutano a fare di questo libro una lettura da non perdere infatti si legge: “Concentrandosi il maestro portò la sua mente a mille chilometri da lì. Era ora di eliminare tutti gli imprevisti. I suoi occhi videro avvicinarsi il mare, le luci del golfo e la villa sulla costa poi l’uomo che saliva le scale all’interno della casa.
“Vieni da me, io sono te.”

Cattura l’attenzione del lettore in quanto, fino alla fine, non si percepisce la risposta alla domanda: chi è il cattivo?
Samhain è il nome una festa pagana di origine gaelica, che si celebra tra il 31 ottobre e il 1º novembre, conosciuta come Capodanno celtico, ma non voglio svelare altro, la particolarità del finale è davvero strabiliante, (un libro nel libro) ma non scrivo altro, lascio a voi lettori il sapore dell’imprevisto e del sorprendente finale!
Assolutamente da leggere, i miei complimenti ad Andrea Righi per l’opera, per la sua fantasia nel crearla e per la fluidità del testo se pur con vicende intrigate.
Vi lascio un po’ di suspance con una citazione: “L’uomo con il pizzo nero aprì la portiera e aspettò che il bambino salisse. Era quasi il momento di immolarsi per seguire il maestro. Aveva notato i bambini mentre ritornava alla casa e ne aveva percepito uno particolarmente forte, era subito entrato dentro la sua testa.
Non era stato difficile guidarlo fino lì, non lo era mai con i bambini, la loro mente era ancora aperta alle novità e la si controllava facilmente, ora però doveva fare presto, lo avrebbe sacrificato lui stesso alle anime. Era la sua chiave per entrare nel cerchio.”

Buona lettura!

Acquistabile on-line sul sito: http://www.edizioniilfiorino.com/

Lara Bellotti
Agente letterario
[email protected]