Recensione “Ladri di merende” Autore Pippo Alticozzi

10808340_353349051511645_380367516_n

RECENSIONE DI “LADRI DI MERENDE”
Autore Pippo Alticozzi
L’autore presenta un Romanzo dalle mille sfumature di vita vissuta, percepibili in ogni pagina, sono in particolare ,le emozioni delle vicissitudini raccontate. Il titolo “Ladri di merende” ha un significato molto profondo al contrario di ciò che si possa pensare. Esprime in tutta la sua creatività, anche il suo cuore, la sua profonda visione della vita, che se pur travagliata e complessa, fa arrivare al lettore una sorta di riflessioni e di comprensioni , facilmente reperibili nella lettura di questa opera in modo fluido e scorrevole.
Ambientato in Sicilia, luogo in cui nasce la storia, possiamo poi viaggiare con i personaggi in varie parti del mondo, luoghi in cui si svolgono appunto le sequenze di vita, esperienze toccanti, emozionanti ed a volte commoventi.
L’ epoca in cui nasce questo Romanzo è nell’immediato dopoguerra italiano, in cui si fanno “vive” la poca speranza, la solitudine, le famiglie quasi distrutte dagli eventi. Chi ha vissuto questo periodo forse può rispecchiarsi in qualche modo, ma soprattutto chi NON lo ha vissuto può comprendere attraverso questo scritto, quanto importante sia la dignità dell’essere umano, in particolare modo quella dei bambini, che a volte per cause maggiori, diventano “Ladri di merende”.
Si racconta d’amore, di famiglia, di lavoro e di amicizia, tutti valori che ad oggi si stanno perdendo, ma che possiamo ritrovare davvero importanti in questo Romanzo. L’input che possiamo cogliere in tutto questo è sicuramente di rilevante importanza per ogni lettore, ritengo valido lo scritto anche per i nostri “giovani di oggi”, in quanto l’autore trasmette proprio questi valori da cui trarre insegnamento.
La sintesi perfetta per chi vuole un romanzo completo e pieno di emozioni, da vivere insieme alle riflessioni che ne comporta per l’esistenza di ogni singolo essere umano. Ma … alla fine chi saranno i VERI “Ladri di merende”? Scopritelo leggendo questo bellissimo romanzo dal finale sicuramente inaspettato.
Lara Bellotti Agente letterario
[email protected]