Recensione di “Oltre l’apocalisse” Autore Mattia Lattanzi

2014-cavinato-015

RECENSIONE DI “Oltre l’apocalisse”

Autore Mattia Lattanzi

Biografia :
Mattia Lattanzi è nato a Codogno (Lodi) nel novembre 1976. Studia ad Arezzo ed in seguito si trasferisce a Firenze dove nel 2007 diventa Giornalista Pubblicista. Da subito inizia a collaborare con varie testate d’informazione on line, curando anche Festival nazionali di cinema, teatro e televisione, e inizia a scrivere saltuariamente per vari quotidiani toscani. Nel 2009 prende la tessera di critico cinematografico. Ma fin dai primi anni dell’adolescenza, scopre una forte passione/attrazione per il cinema fantasy, horror, fantascienza, e per i libri del maestro Stephen King. Si cimenta con racconti horror per ragazzi usando degli pseudonimi, fino all’impellente bisogno psicofisico di scrivere e di vedere pubblicata la sua vera opera prima, “Oltre l’apocalisse”. Sposato, ex chitarrista e cantante rock, sportivo, animalista, vive con sua moglie e con i suoi 9 coniglietti che adora come se fossero i suoi figli.

Recensione:
Mattia Lattanzi esordisce con questa opera intrecciata fra il thriller ed il fantasy, ci troviamo in un contesto con scenari davvero apocalittici, ben descritti, i quali fanno riflettere sul contesto attuale ,di ciò che in modo più tenue, si sta vivendo in questa epoca.
Abbiamo a che fare con un “virus” molto potente, al quale i pochi sopravvissuti cercano di resistere per vivere e per portare la loro vita in un nuovo contesto di serenità. Combattono, sperano e amano. Questo arriva chiaro al lettore attraverso le vicende dei protagonisti Matt, Naomi, Jenna, Mike, Mark e Sharon , che insieme agli altri personaggi , non smettono di sperare e lottare per loro stessi e per l’umanità. La bellissima particolarità di “Oltre l’apocalisse” è che l’autore intreccia le diverse storie d’amore e di vita a due, in un contesto duro, ma riesce a fare emergere ugualmente ciò che di profondo esiste e può esistere tra due persone. Questo non solo nel contesto di coppia, ma anche con un grande senso di vera amicizia , comprensione ed affetto tra i protagonisti. Anche questo è un tema che tocca la nostra epoca. Traspare nel testo l’amore che Mattia Lattanzi ha per gli animali, infatti … che cosa succederà ai suoi piccoli coniglietti?
Questo ovviamente lo lascio scoprire ai lettori, come anche tutte le sorprese che riserva “Oltre l’apocalisse”, che nella sua totalità, contiene a tratti comicità a tratti angoscia e paura ,sicuramente non ci si può annoiare !
Nel racconto passiamo da una città all’altra, da una abitazione all’altra e con situazioni diverse , ma sempre pur da ritenere forti ed eclatanti, possiamo vedere in faccia la morte oppure sottostare alla regola degli zombie, a noi la scelta… ma i protagonisti cosa decideranno di fare? Anche questo fa parte del gioco della vita, e credo che, come vuole trasmettere l’autore, la speranza e il desiderio di vivere sono il motore per un lotta che va : “Oltre l’apocalisse”.

Lara Bellotti agente letterario
[email protected]