Crea sito

Recensione Angeli e Demoni del nuovo millennio di Lucia Mosca

Link D’acquisto

RECENSIONE:

Il male e il bene in tutte le sue forme, questo il tema principale della nuova raccolta poetica dell’autrice Lucia Mosca.

L’autrice e giornalista ha uno stile impeccabile, come del resto è la sua personalità che traspare dai versi: diretta, tenace, forte, ma soprattutto introspettiva. Un testo molto attuale, che delinea, se vogliamo, anche questo momento storico che tutta l’umanità sta vivendo.

In Angeli e Demoni del nuovo millennio, infatti, vuole mettere in evidenza quanto l’essere umano è attaccato più al materiale che all’amore per sé stesso e per gli altri. Ma non solo, le sfumature dei suoi versi ci portano a riflettere sul “potere” che quasi sempre devasta la mente umana, sul dio denaro, alla superficialità con cui viviamo le giornate senza rendercene conto.

Dove siamo focalizzati? Questa una delle bellissime riflessioni nata da questo testo.

Proviamo a domandarcelo: dove si focalizzano la nostra mente e la nostra vita, in che direzione andiamo? Stiamo dando valore ai “demoni della nuova era”, denaro, sofferenza, orgoglio, sfarzo, poco interesse verso il bene altrui, oppure siamo nella direzione del cuore, del rispetto, dell’amore che ci portano all’esatto opposto?

Quante volte abbracciamo i nostri famigliari, e quante volte doniamo un sorriso alle persone comuni che incontriamo? Quante volte ci “dimentichiamo” di esserci, non solo per noi stessi, ma anche per chi ci sta accanto?  Potrei scrivere all’infinito, potrei delineare un libro nella recensione del libro stesso.

Questi sono i fermo immagine della vita odierna, la breve descrizione del bene e del male, degli angeli e dei demoni di cui parla l’autrice, a tratti tagliente, ma veritiera.

Per darvi un’idea di quello che sento scrivendo questa recensione cito un inciso dell’introduzione:

“Gli angeli del nuovo millennio sono presenti tra noi, sono capaci di risvegliare sensazioni ormai perdute, ricordi, sogni. Sono quelli ancora in grado di volere bene davvero, senza perdere di vista sé stessi, nella percezione della propria interiorità. Da cosa si riconoscono? Dalla capacità di amare.”

Allora a questo punto la vera domanda è: cosa preferiamo essere? Angeli o Demoni? In fondo tutti abbiamo i nostri lati ombra, ma quello che l’autrice vuole trasmettere, è che questi possono trasformarsi in Luce.

Per essere “Amore” bisogna stare nell’Amore stesso, dentro di noi, cambiare i paradigmi, le abitudini, i pensieri che, perpetrati nel tempo, creano la realtà.

La nostra e quella di massa. Già, la massa… siamo nati liberi, ma ci hanno fatto credere, crescendo, che forse non lo siamo. Cosa ci resta da fare? Tornare a noi, dentro di noi, con amore.

Solo così si può vivere con serenità ogni avversità della vita, ma soprattutto solo così è possibile abbracciare il prossimo senza farci travisare dal sistema che ci vuole sempre più scaltri, ipnotizzati e lasciatemelo dire: spietati.

Il bene e il male esisteranno sempre, non sono distinti o separati, ma la differenza la facciamo noi stessi, con le azioni, con il cuore, ritrovando noi stessi.

Cit. dal testo

“Solo la vita

ha fretta

e mentre la vedo scorrere

come un fiume in piena

d’improvviso l’afferro,

viva.

 La sera mi attende da sempre

con i suoi rivoli di tristezza infiniti,

nei quali mi perdo ancora e ancora

finché la luce del giorno arriva

e ne muta di nuovo l’essenza

come sempre,

da sempre.”

 

Lara Bellotti

 

BIOGRAFIA AUTRICE

Lucia Mosca nasce a San Benedetto del Tronto il 7 aprile 1973. Si diploma presso il Liceo Scientifico B. Rosetti, consegue la Laurea in Lettere Moderne e, successivamente, si iscrive ad un corso in Merchandising Beni Culturali lavorando presso il Centro Nazionale di Studi Leopardiani di Recanati.

Nel periodo universitario intraprende la collaborazione con il Messaggero e con riviste locali, e non abbandonerà mai più la sua grande passione: il giornalismo.

Lucia Mosca è infatti giornalista iscritta all’albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003).

Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale.

Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, incentrato su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata.

È stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell’anno 2015.

Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net.

Nel corso degli anni, soprattutto quelli universitari, grande importanza assumono per Lucia Mosca le esperienze artistiche e sportive (è anche atleta del CUS di Macerata).

Di inclinazione eclettica, si trova da sempre coinvolta in più settori: pittorico, lirico e teatrale. In quest’ultimo le prime esperienze partono dal Minimo Teatro di Maurizio Boldrini a Sforzacosta (MC) per proseguire, sempre a Macerata, con i laboratori di Allì Caracciolo e Giulio Garinelli. Infine, a San Benedetto del Tronto, si è messa in contatto ed ha operato con il Laboratorio Teatrale Re Nudo di Piergiorgio Cinì.

Scrive poesie e dipinge fin da bambina. Espone le proprie opere, per la prima volta a San Benedetto del Tronto, nel 1994, grazie alla collaborazione del Centro Marchigiano di Arti, Lettere, Scienze. Partecipa in seguito ad una delle edizioni della Marguttiana a Macerata (1995), e ad una collettiva patrocinata dal Comune di Treia (1997). Nel frattempo, lavora nello studio di alcuni pittori.

Nell’agosto del 2000, espone a Grottammare in occasione della manifestazione “I Pittori del Vicolo” e, a febbraio del 2002, alla Palazzina Azzurra di San Benedetto del Tronto, con una personale dal titolo “La nuova era”. Ad agosto del 2002 viene scelta dal Comune di San Benedetto per rappresentarlo in occasione di un incontro internazionale d’arte che si tiene nella città di Alba Iulia, in Transilvania. La lirica e l’arte pittorica vanno da sempre, per Lucia Mosca, di pari passo.

Nel corso degli anni universitari fonda, con altri studenti, un “circolo poetico” che le darà molto, come d’altronde la lunga esperienza teatrale, iniziata sempre in quegli anni, che proseguirà anche in seguito. Lucia Mosca è alla continua ricerca di nuove modalità espressive, che possano rendere al meglio la propria percezione delle cose.

Contatti di Lucia Mosca: luciamosca14@gmail.com

Sito Web: http://www.la-notizia.net/

 

Pubblicato da Evasioni Culturali

Questo Blog è dedicato alla mia attività di Editor,scrittrice, recensionist,a e Consulente editoriale, nonchè per condividere tutto ciò che riguarda la letteratura da me sempre amata. I servizi da offerti sono: Editing semplice e professionale, correzione bozze, creazione book trailer, tutoring con gli autori, servizio pubblicitario sul web, agente letteraria per autori e case editrici. Per info potete contattarmi alla mail: evasioniculturali@gmail.com

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hai scritto un libro?

Prenota la tua video intervista online

Scopri come fare