Recensione de “La nebbia controcorrente” Mirca Ferri

Autrice Mirca Ferri

LINK D’ACQUISTO

BOOK TRAILER 

RECENSIONE

Mirca Ferri, questa volta, ci stupisce e delizia con un testo che affronta molte tematiche riguardanti l’essenza dell’uomo e i mille sentimenti che accompagnano la vita di ogni essere umano.

Il suo genere di scrittura e pubblicazioni è sempre rivolto all’introspezione dell’essere umano, in questo caso lo è ancora di più; un romanzo, tante vite, tanti esempi concreti in pochi capitoli, ma intensi.

“La nebbia controcorrente” è un testo il cui titolo già dice molto, potrebbe a primo impatto assomigliare, sia per la copertina che per il titolo stesso, ad un genere diverso, invece il suo significato è un messaggio chiaro: diradare i lati bui che ogni essere umano possiede e oltrepassarli, per arrivare a un cambiamento questo è il principio.

Mirca narra delle varie dinamiche della psiche umana, si parla del narcisismo che non è da confondere con l’egocentrismo, e qui lei ci spiega in termini semplici come distinguerli.

Si passa poi alla paura, sentimento che nella grande maggioranza proviamo, legato spesso a cose che nemmeno immaginiamo, per fare un esempio: a volte si evita di fare o dire qualcosa per paura del giudizio altrui.

Insomma, Mirca ci fa fare un viaggio attraverso le dinamiche emozionali e psicologiche della vita con annesse vicissitudini, questo è il bello di questo romanzo che, nella sua semplicità, ha molto da insegnare.

L’ho definito romanzo, ma si può tranquillamente paragonare ad un trattato fatto di sentimenti e situazioni che tutti nella vita possiamo provare.

Si parla d’amore, quello che viene definito incondizionato soprattutto in questa epoca, ma che poi, se ci osserviamo, così incondizionato non è, l’autrice ci spiega con parole dirette come arrivare a quell’amore a cui tanto tutti anelano: incondizionato.

Non è un testo scritto tanto per far emergere qualcosa di studiato, Mirca ha sicuramente una propensione per lo studio e l’osservazione della mente umana e di tutto ciò che riguarda le emozioni e l’introspezione, ma si percepisce la sua esperienza personale che ha voluto condividere nel suo testo.

Frustrazione, insoddisfazione, tensioni emotive, sofferenza o dolore, sono le cose che bloccano la nostra esistenza, il nostro vero Essere, e le NOSTRE scelte.

Un libro che si legge in pochissimo tempo, ma che personalmente consiglio di tenere sul comodino, o comunque a portata di mano, ma anche da rileggere in seguito dopo la prima volta, perché i concetti esposti sono fondamentali, e ai giorni nostri sempre più presi dell’ego, dal media, dal web e dalla frenesia, non ci soffermiamo all’osservazione di noi stessi e della vita che conduciamo, ecco perché consiglio di rileggerlo e di tenerlo con sé, non può mancare nella vostra libreria.

Salvarsi da sé stessi è la prima cosa da fare, questo testo è sicuramente un mezzo per farlo; prima di pensare di doversi salvare da ciò che sta all’esterno, bisogna guardare all’interno: nella nebbia.

E poi: andare controcorrente, lasciando andare il passato.

Ci sono molte citazioni della stessa autrice tra un capitolo e l’altro, e ve ne lascio una che a me piace molto:

“Non esiste un amore giusto o sbagliato.  È un sentimento universale e positivo.

Dovremmo temere l’invidia, l’odio, la cupidigia.

Amiamoci senza riserve e i nostri volti saranno solcati da luminescenti sorrisi che nessuno potrà spegnere.”     

 

Lara Bellotti

Editor- Consulente Editoriale

 

BIOGRAFIA AUTRICE:

Mirca Ferri, nata a Scandiano ( RE ) il 30 /06/1977 e residente a Sassuolo ( MO)

Diplomata presso Liceo Scientifico di Modena , attualmente frequenta l’ Università Domenicana Internazionale, corso di Storia della Teologia.

Ha iniziato pubblicando, con buon successo, una raccolta di testi in prosa, ”Identità perse raccolte, perdute e ritrovate “   che narrano  del cambiamento della sua vita a seguito della scoperta della sua malattia, a cui è stato dedicato anche un articolo sulla Gazzetta di Modena. Il suo primo romanzo è stato “Radici d’infanzia, ali di vita” edito da ERACLE SRL, inserito nell’antologia LIBURNI per i meriti ricevuti. A Novembre 2018  è uscito di una trilogia narrativa edita da PAV EDIZIONI, intitolato intitolato “ Lati Scaleni “ . Ha presentato il secondo volume “Direzione Ipotenusa Volume II” in anteprima al “BUK FESTIVAL” di Modena. L’ultimo capitolo della trilogia redatta sempre con PAV Edizioni è “Rette Coincidenti” che fonda il genere narrativo al genere saggistico.

Recentemente ha vinto un attestato di merito partecipando al concorso “Verba volant, scripta manent”. Su commissione ha scritto la biografia di un castello e del luogo ove risiede intitolato “Il varco dell’oste”. A Luglio 2019 è uscita la sua prima antologia di racconti denominata: SOPRAVVISSUTI: Le sorti della guerra le decreta chi decide le regole della pace.” Questo libro è attualmente in corsa per due premi letterari. A Gennaio 2020 uscita la sua seconda antologia “Il confine del nulla”. Attualmente è tra i poeti finalisti del concorso “Il Triburtino”. L’autrice partecipa a numerosi corsi di scrittura creativa e ha creato un suo personale tour letterario denominato “La ragazza con la valigia”.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.