Recensione Libro “Il confine del mio io e altri percorsi” Cristian Alex Marcorè

A cura di Lara Bellotti

Ho avuto il piacere di leggere questo testo dopo aver presenziato alla prima presentazione del giovane, ma bravissimo autore, Cristian Alex Marcorè.

Cristian, oltre ad essere un bravo Poeta, è un ragazzo che all’apparenza può sembrare introverso, ma se lo conosciamo, ne possiamo cogliere la sua bellissima Essenza, esattamente così come lo leggiamo nella silloge “Il confine del mio io” in cui, appunto, fa riferimento anche all’Essere, anziché a quello che a tutti può apparire per via della razionalità e/o superficialità. Un testo in cui l’autore mette allo scoperto sé stesso, la sua parte più profonda, in cui esprime le sue emozioni e le dona al lettore con stile, a volte ermetico, a volte molto forte, a volte in modo diretto e fluido.

Nel componimento “L’oblio” si parla di fiducia, di animo ferito; questo già dà molti spunti di riflessione: quanto ci fidiamo, e quanto decidiamo di soffrire se la fiducia viene tradita? Questa una delle mie riflessioni leggendo questo componimento.

Ma scorrendo tra le sue pagine, trovo ancora tanto, tantissimo. Anche il valore della figura paterna prende spazio tra queste righe, un valore, quello genitoriale, che ad oggi si sta perdendo sempre più, e anche qui c’è da porsi qualche domanda.

In “La mamma e la guerra”, è bellissimo l’archetipo letterario con cui Cristian Alex Marcorè descrive due lati opposti ma a volte simili, quasi come i due lati di una medaglia.

E ancora, scorrendo tra le pagine, mi trovo a riflettere sul “chi siamo”: ma chi siamo davvero in questa Vita? Non vi dico cosa scrive l’autore in proposito, perché lo condivido pienamente, ma è bello leggerlo, ed è bello che ognuno si dia la propria risposta, oppure, semplicemente resti perplesso in una riflessione così profonda; a questo serve la buona lettura.

Una silloge volta al cambiamento, all’amore in ogni forma, all’infanzia che ognuno ricorda, all’osservazione dell’essere umano, posso definire quest’opera con una tre parole: un percorso completo.

Alla prima presentazione del libro di Cristian Alex hanno partecipato: l’artista, autore e editor, Lucio Doria che ha egregiamente moderato la presentazione stessa, insieme al musicista Dario Aspesani che ha accompagnato, con il suo bellissimo “tocco di chitarra”, il sottofondo delle letture. Per ultimo, ma non per importanza, presente lo zio di Cristian Alex: Neri Marcorè, attore, doppiatore, conduttore televisivo, imitatore, comico e cantante italiano.

Lara Bellotti

Editor – Consulente editoriale

 

Contatti autore: Pagina Facebook 

E-MAIL: cristianalex.marcore@protonmail.com

BIOGRAFIA AUTORE:

Cristian Alex Marcorè nasce ad Agrigento, nel periodo tumultuoso di fine anni ’80. La sua breve permanenza in quella calda e afosa Sicilia non gli lascia il tempo di immergersi in una terra ricca di cultura e tradizioni, mantenendo però un forte legame nel tempo con la nonna, la cui lungimiranza gli permette di vedere in suo nipote l’artista sensibile che oggi Cristian Alex ci mostra. Fermano di adozione, sin dagli studi elementari mostra una sensibilità fuori dal comune che spesso non riesce a gestire, portandolo a chiudersi in sé stesso, per ritrovarsi poi nel periodo adolescenziale, perso nei versi di poeti come Montale e Ungaretti che adora particolarmente, per poi esternare il magma interiore in un personalissimo stile ermetico, semplice, pulito, puro al punto da sembrare quasi infantile, mentre però incontriamo in ogni sua parola, in ogni frase, tutta la sua amarezza, fatta di interrogativi esistenziali.

Il testo è ordinabile in qualsiasi libreria e acquistabile su tutti book store:

– la Feltrinelli

– Mondadori

– IBS

– Amazon

– Librerie Coop

– Google Books

– LibreriaUniversitaria.it