Recensione di “Follie d’amore” autore Sergio De Tomi

cover sergio de tomi

Vi presento un romanzo dalla performance decisamente particolare: in “Follie d’amore” l’autore Sergio De Tomi, dona una lettura fluida e scorrevole in uno scritto ricco di emozioni, di suspance, e di vite che si intrecciano piacevolmente nel raccontarle.
Nel contesto è decisamente un romanzo adatto ad ogni lettore che ha voglia di percepire la vita in modo particolare. Andy, il protagonista, ci porta nel suo vissuto, nelle sue vicissitudini, storie ed eventi che possono appartenere a tutti, ma raccontati se vogliamo, anche in modo simpatico, le scene ben definite dall’autore danno modo al lettore di sorridere piacevolmente leggendo.
Andy ha sempre avuto una vita particolare, forse troppo scontata per poter pensare di incontrare una ragazza splendida come Jane, altra protagonista che con lui condivide gran parte della storia.
Una vera e propria ‘follia d’amore’, quella che scaturisce dalla mente di Andy, che per conquistare Jane, nasconde quella che è realmente la sua vita e la sua personalità. Si improvvisa come un un ricco uomo d’affari, e porta avanti questa menzogna per molti anni, proprio con quella che diventa sua moglie, Jane, senza rendersi conto che invece tutto ciò risulta deleterio per la sua vita e quella altrui. Da qui nasce una riflessione: troppo spesso tendiamo a indossare una “maschera” pensando di migliorarci , ma in realtà è l’esatto opposto, così come si dimostra in questa storia.
Ad un certo punto, però, in tutto questo c’è qualcosa che leggendo ci porta il bello del mistero. Nella vita di Andy accade qualcosa di molto particolare, sicuramente inaspettato, proprio mentre credeva di essere arrivato al “capolinea” e sentirsi un uomo libero ecco che… arrivano nuove vicissitudini da affrontare e da capire. Siamo tra il sogno e la realtà, ma quale sarà il sogno e quale la realtà? “Follie d’amore” non è un caso, ma è una domanda: fino a che punto mostriamo veramente noi stessi di fronte a chi ci ama ed a chi amiamo? E’ possibile essere sempre limpidi se lo vogliamo, in ogni situazione che si presenti, e le “Follie d’amore” fanno parte di questa limpidezza.

Andy, ad un certo punto scopre di avere un… “protettore”:

“Fidati di me, come io mi fido di te. Ad ogni modo esiste sempre un piano di riserva, nel caso le cose non dovessero andare per il verso giusto. Del resto a volte anche noi protettori possiamo sbagliare”.

Cosa ci riserverà ancora? Sicuramente un finale da fiato sospeso!
I miei complimenti all’autore “Sergio De Tomi” per la sua opera.

Lara Bellotti
Agente letterario
[email protected]