Recensione di “Lo stivale d’oro di Istanbul” autrice Elsa Zambonini

stivale d'oro di istanbul

BIOGRAFIA :
ELSA ZAMBONINI DURUL
Nasce a Belluno dove lavora per qualche anno in un istituto previdenziale e poi, laureatasi, insegna lingua inglese nella scuola statale. Dopo il matrimonio con cittadino turco si trasferisce a Istanbul dove prosegue la sua attività didattica per qualche anno al Liceo Italiano, esperienza che ha riversato nel romanzo. Esperta di astrologia (scuola Morpurgo) e amante dei viaggi culturali ed esotici, è profonda conoscitrice della cultura turco-levantina e della realtà di Istanbul, dove risiede tuttora. Appassionata da sempre di scrittura, esprime la sua vena creativa, oltre che con romanzi, anche collaborando con racconti di viaggi a La Gazzetta di Istanbul: mensile del Circolo Roma, associazione culturale-ricreativa della comunità italiana in Turchia. La storia di Lisa prosegue nel romanzo di prossima pubblicazione: Istanbul: il viaggio interrotto.

RECENSIONE:
Leggendo il romanzo “ Lo stivale d’oro di Istanbul”, non possiamo che trarre delle forti e grandi verità raccontate dall’autrice Elsa Zambonini. Ci troviamo con la protagonista Lisa, che inizia il suo percorso verso il suo reale desiderio, apparentemente una fuga dalla realtà che sta vivendo, ma cela una verità ben più importante. Una storia legata al potere, alla morte ed anche all’amore, nel contesto di una realtà straniera : quella tra Italia e Turchia. Da giovane donna, circa 25 enne, decide di lasciare il padre e l’Italia trasferendosi ,con tanto di coraggio e determinazione, ad Istanbul, luogo in cui nasce ed in cui sono radicate le verità che ancora non conosce in riguardo alla famiglia, ma soprattutto alla madre. Da li inizia il suo percorso tortuoso, ma importante. Possiamo scoprire da questo scritto la bellezza di Istanbul, con il suo caratteristico ambiente, i suoi profumi e le usanze molto particolari, sicuramente una città di impatto, le cui usanze però, non sempre si possono ritenere in accordo umano o etico con quello che è il rispetto per la donna in particolare. Una storia importante, in cui si percepisce dove arrivano i limiti della mente umana, e degli schemi imposti dalla società e dal potere che cerca di fare da padrone nella vita di ognuno. “Lo stivale d’oro di Istanbul” vi stupirà con i colpi di scena, le vicende intrecciate dei protagonisti, non da possibilità al lettore di staccarsi dalla lettura, in quanto molto coinvolgente e pieno di quei meandri in cui ci possiamo ritrovare con la fantasia. Può sembrare quasi un surreale, ma scorrendo le sue pagine possiamo percepire ogni sfaccettatura profonda, che si può riflettere nella realtà, ci sono cose che spesso pensiamo possano accadere solo agli altri, ma qui c’è la prova che non è una verità assoluta , e che nella vita nulla è permanente e scontato. Elsa Zambonini è stata capace di trasmettere ogni singola emozione e sensazione attraverso il suo scritto, sia nel caso dei personaggi e delle vicende narrate, che agli ambienti che appartengono al contesto della città e del modo di vivere che la rende particolare.
Possiamo assaporare i tramonti, o il panorama da una finestra immergendoci nel suo sapore quasi orientale, le vetrine dei negozi nelle vie più conosciute, i vicoli dai quali possiamo scorgere il sole. Esiste anche l’aspetto “duro” per il tipo di mentalità appartenente alla Turchia , ma Lisa … grazie allo “Stivale d’oro di Istanbul” arriverà a conoscere la verità? Il suo modo di vivere Istanbul , ed i personaggi che la circondano le permetteranno di arrivare oltre… con un finale davvero da fiato sospeso. Sarà davvero felice Lisa dopo tutto?
Lascio al lettore il piacere di scoprirlo scorrendo queste pagine fatte di vita, verità, e amore per la scrittura.

Lara Bellotti agente letterario
[email protected]